Eventi

Auto Added by WPeMatico

Il CES torna a Las Vegas, dal vivo, per l’edizione 2022 

Gli organizzatori del CES confidano in un ritorno alla normalità entro la fine dell’anno, e quindi in una edizione 2022 ‘in presenza’, dal 5 all’8 gennaio

Non c’è bisogno di presentare  ai lettori di Tutto Digitale il Consumer Electronics Show, per gli amici CES, massimo appuntamento mondiale dedicato all’hi-tech. Nata nel lontano 1967 a New York, la rassegna è di effettivo respiro planetario, ed è stata capace di crescere nel corso degli anni fino ad essere capace di indirizzare il mercato.

Dopo l’edizione virtuale dello scorso anno, caratterizzata comunque da un notevole successo, per il 2022 è prevista la realizzazione di una manifestazione “in presenza”, anche se verrà mantenuta la possibilità di seguire l’evento online.

Al proposito, la Consumer Technology Association (CTA), che organizza la rassegna ha annunciato che il CES 2022 tornerà a Las Vegas il prossimo anno, dal 5 all’8 gennaio 2022; al momento è prevista la partecipazione di circa 1000 aziende, ma il numero è destinato a crescere…

https://www.ces.tech/

L’articolo Il CES torna a Las Vegas, dal vivo, per l’edizione 2022  sembra essere il primo su Tutto Digitale.

Accademia di Francia a Roma – Villa Medici, fondo per i fumetti

In occasione dell’Anno del fumetto, l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici crea il suo primo fondo di fumetti

L’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici ha annunciato l’acquisizione di 276 fumetti in lingua francese, che preludono alla creazione di un fondo dedicato che riunirà quasi 200 autori e autrici internazionali.

Per l’organizzazione di questa operazione, l’Accademia  si è avvalsa della consulenza della Cité Internationale de la Bande Dessinée et de l’Image d’Angoulême (CIBDI) per la selezione dei titoli, e della Librairie française de Rome Stendhal per la fornitura delle opere.

Un’iniziativa con la quale l’Accademia riafferma il pieno sostegno agli autori, alle autrici e a tutti gli attori che operano nel settore del libro e contribuire alla diffusione della nona arte in tutta la ricchezza delle sue espressioni narrative e grafiche. Il tutto, in un contesto nel quale l’Accademia ribadisce nei fatti il suo impegno a favore della creazione contemporanea, in un processo di convergenza e apertura verso ogni forma artistica. La “bande dessinée”, il fumetto, la letteratura e le arti visive in genere, pur con modalità diverse, continuano a mantenere un fecondo dialogo reciproco e a comporre nuove estetiche che luoghi pionieristici come le residenze d’artista di Villa Medici vogliono incoraggiare.

La selezione pilota di questo nuovo fondo porta in primo piano autori e autrici, illustratori e illustratrici di diversa provenienza e disciplina, fra grandi nomi del fumetto ed artisti più di nicchia. Fra questi, gli ex borsisti di Villa Medici François Olislaeger (autore e disegnatore di fumetti, 2019-2020), Lancelot Hamelin (scrittore, 2016-2017), Anne-Margot Ramstein (illustratrice, 2015-2016) e Mathias Énard (scrittore, 2005-2006), ma anche gli ex residenti Catherine Meurisse (autrice e disegnatrice di fumetti, 2015), Isabelle Boinot (artista e illustratrice, 2020), Matthias Lehmann (autore di fumetti, 2020), Régis Lejonc (illustratore, 2019) e Carole Chaix (illustratrice e disegnatrice, 2018).

Il nuovo fondo integrerà le ricche collezioni della biblioteca dell’Accademia, che già contano di 37.300 volumi tra cui alcuni fumetti (con opere di ex residenti ed ex borsisti come per esempio Jul, Eugène Riousse, Lisa Bresner…), ed ambisce ad essere progressivamente completato con i progetti dei borsisti, dei residenti, degli artisti ospiti, dei ricercatori e ricercatrici che soggiornano alla Villa, con opere provenienti dalla rete francese a Roma (École française de Rome, Institut français Italia) e dal pubblico esterno di lettori della biblioteca.

L’iniziativa nel complesso prosegue nella linea delle azioni già intraprese dall’Accademia di Francia a Roma per sostenere la creazione di fumetti

Villa Medici

Un’iniziativa che non poteva che nascere all’interno dell’Accademia di Francia a Roma, fondata nel 1666 da Luigi XIV, con sede dal 1803 a Villa Medici in una villa del XVI secolo circondata da un parco di sette ettari al Pincio, nel cuore di Roma.

Ente pubblico dipendente dal ministero della Cultura francese, diretta da Sam Stourdzé, l’’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici, infatti, svolge tre missioni complementari: ospitare artisti e artiste, creatori e creatrici, storici e storiche dell’arte; realizzare un programma culturale ed artistico legato alla creatività; conservare, restaurare, studiare e far conoscere al pubblico il proprio patrimonio architettonico e paesaggistico e le proprie collezioni

Il catalogo online della Biblioteca dell’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici http://www.farnese.efrome.it/ ; informazioni e prenotazioni in biblioteca: 06 67 61 263 o all’indirizzo raffaella.carchesio@villamedici.it

Per saperne di più sull’anno del fumetto

 

L’articolo Accademia di Francia a Roma – Villa Medici, fondo per i fumetti sembra essere il primo su Tutto Digitale.

Robot. The Human Project, si parte!

Prevista per il prossimo 26 novembre l’apertura al pubblico dl una mostra unica nel suo genere

La mostra Robot. The Human Project, inizialmente prevista al Mudec di Milano per marzo scorso, e che causa emergenza Covid-19 era stata posticipata all’autunno in data da definirsi, aprirà al pubblico giovedì 26 novembre, con inaugurazione (e conferenza stampa) il giorno prima, 25 novembre.

Gli organizzatori si dichiarano contenti e orgogliosi di aprire al pubblico questo grande progetto scientifico-divulgativo cui il Museo delle Culture di Milano ha voluto dare un triplice taglio: tecnico scientifico, antropologico e storico-artistico.

Si tratta in effetti di una mostra che non ha precedenti e confronti con altre iniziative del genere legate al tema della robotica all’interno di un museo civico, e che ora è ancora più forte dell’esperienza fatta durante l’emergenza Covid-19, che ha portato “in trasferta” uno dei robot presenti in mostra a servizio presso l’Ospedale di Varese per aiutare il personale medico nell’assistenza ai malati ricoverati in terapia intensiva.  Il Robot riprenderà il proprio posto in mostra il 26 novembre.

L’articolo Robot. The Human Project, si parte! sembra essere il primo su Tutto Digitale.

IFA 2020 ‘Special Edition’, l’hi-tech non si ferma

IFA non si ferma: partita l’edizione 2020 dell’appuntamento europeo dedicato all’elettronica di consumo per eccellenza, una ‘Special Edition’ che rappresenta comunque un bel segnale per un mercato che vuole ripartire più forte di prima

Tech is Back: è questo lo slogan per l’edizione 2020 di IFA, la più importante rassegna europea dedicata all’elettronica di consumo, che si è aperta oggi 3 settembre e continuerà fino al 5 settembre. Una kermesse che, viste le condizioni globali attuali, si è reinventata con una ’Special Edition’ che si tiene come di consueto a Berlino,  in versione ridotta, senza pubblico, concerti ed eventi ‘extra’, e dedicata ai soli giornalisti ed addetti ai lavori. Per tutti gli altri la fiera è fruibile previa registrazione sul web in versione Xtended senza bisogno di mascherina e disinfettante.

Il discorso di apertura di Jens Heithecker, Direttore esecutivo di IFA, ha sottolineato come le connessioni personali che si sviluppano ad un evento fisico siano imbattibili, e che riuscire ad organizzare questo evento in forma fisica è comunque un segno importante per lasciarsi indietro le conseguenze della pandemia.
In effetti, ha continuato Peter Feld di GfK, una delle più grandi società di ricerca di mercato a livello globale, il mercato dell’elettronica di consumo ed home appliances ha registrato un ribasso del 5.8%: un dato relativamente basso se confrontato ad altre industrie, grazie ad un grande incremento delle vendite online ed alla propensione del pubblico di appagare le necessità definite “@home” durante il lockdown – non solo quelle dettate dal lavoro, ma anche alla cucina ed ovviamente all’intrattenimento.

A corollario di questa edizione di IFA è poi presente Shift Mobility meets IFA Next, una sezione B2B dedicata alle compagnie e alle startup che propongono soluzioni IoT, 5G, Smart Living, Mixed Reality, AI, Robotica e Digital Healtcare, con uno spazio dedicato alla mobilità next-gen.

Ifa 2020 in

Una delle sale conferenze di IFA 2020, in linea con le normative sul distanziamento

Nonostante la mancanza di diverse aziende ed operatori – ancora alle prese con le note difficoltà organizzative e logistiche – le conferenze e le presentazioni di prodotti non sono mancate e continueranno nei prossimi giorni; noi di Tutto Digitale continueremo a segnalare le novità più interessanti dall’IFA 2020, con l’auspicio di ritrovarci il prossimo settembre con IFA 2021 e i suoi eventi correlati aperti al pubblico.

b2b.ifa-berlin.com/

L’articolo IFA 2020 ‘Special Edition’, l’hi-tech non si ferma sembra essere il primo su Tutto Digitale.